Eravamo quattro amici al Var

Ma non si parlerà di calcio. Anche se due parole sulla Lazio che fa 4 pappine al Milan (scusa se ci torno su, Agnese), andrebbero dette. Si parlerà invece di uomini e donne. Maschi e femmine soprattutto. Insomma i recenti fatti di cronaca mi hanno fatto venir voglia di intrattenervi sulla Var.

O sul Var. Già questo fatto che non si sa quale sesso abbia è abbastanza intrigante. Che poi a pensarci bene: è una cosa che riesce a vedere le sfumature, che sta lì pronta a rivelare gli errori, anche i più piccoli, che senza farsi sentire influenza le decisioni…ma è chiaro che sia femmina! Un maschio non sarebbe mai in grado, su ammettiamolo. Quindi stabiliamo la prima cosa: si chiama la Var e non il Var.

Ermeneuticamente parlando poi, la questione si presta a mille sfaccettature. Un apparecchio che in tempo reale ti dice cosa è giusto e cosa no, che in pochi secondi è in grado di farti tornare indietro su una minchiata appena commessa. Ma ci pensate quanto sarebbe comodo nella vita di tutti i giorni? Quante possibilità in più avremmo! Hai un dubbio e non sai che pesci prendere? Chiedi alla Var. Hai fatto una cavolata? Niente paura, la Var ti avvisa e tu rimedi. Ti sei perso un dettaglio determinante? Vai dalla Var e te lo fa vedere lei!

Il guaio è che spesso invece quando stiamo sbagliando nessuno ce lo dice. Perchè nel mondo di tutti i giorni la Var non esiste e spesso quella correzione fraterna che dicevano le letture di domenica scorsa, diventa un modo per spacciare le proprie idee per verità assolute, confondendo le proprie idee con i fatti reali.

Invece la Var dice sempre la verità, perché ti fa vedere le cose come sono realmente accadute. Nessuna possibile interpretazione, i fatti, puri e semplici, nulla di più e nulla di meno. Certo, poi ci sarà sempre il rosicone della situazione (il più delle volte, ma non sempre, romanista) che riuscirà anche a contraddire la realtà, che negherà l’evidenza ottenebrato dalle sue convinzioni. C’è anche chi pensa che un Carabiniere in servizio possa accompagnare a casa con una volante di servizio una ragazza ubriaca, approfittarsi di lei, per poi giustificarsi dicendo che il rapporto era consenziente. Con tipi simili non c’è Var che tenga. Forse neanche se Var fosse stato maschio.

Annunci

3 thoughts on “Eravamo quattro amici al Var

  1. Approvo le 4 pappine al Milan…gli sta bene! Caso mai non l’avessi capito il Milan mi sta sui “ragazzi”.
    Quanto alla faccenda del carabiniere, che te devo … mi sono chiesta spesso perché mai la categoria dei carabinieri fosse “celebrata” in tante famigerate barzellette. Adesso ho capito il perché!

  2. Sarebbe bello davvero avere una Var tutta nostra che riesca a salvarci nel compiere l’ennesima cazzata. Però la Var, anche se donna, non è perfetta, e anche a lei capita di sbagliare o di essere mal interpretata. Facciamo che ne parliamo al ritorno, dobbiamo ancora collaudarci bene anche noi 😜

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...