The Superteleminchione Blog Award

E’ inutile negarlo. Sembra assurdo, eppure è così. Del resto, voglio dire, vi sembra normale che un comico, uno che dovrebbe far ridere la gente, si mette in testa di fondare un partito e la gente lo vota? E’ normale? E mica lo votano in quattro, che già sarebbe originale. No! Lo vota il 25% degli italiani! Quindi perché stupirsi.

Ma poi, vi sembra normale che ci sia così tanta gente che va in giro per la città con tanto di carrelli della spesa a ravanare dentro i cassonetti della mondezza? Perché prima non c’erano? E non mi dite che è un sintomo dei tempi, che è segno della povertà dilagante…ma quando mai! I morti di fame ci sono sempre stati. Qualcuno chiedeva l’elemosina, qualcun’altro puliva i vetri ai semafori e qualche altro andava a rubare. Ma la vera domanda è: ma che ci troveranno mai dentro i suddetti cassonetti?

Ammettiamolo, il mondo è strano, la realtà non è poi così razionale come pensiamo. Quindi, perché stupirsi se questi buffi premi che girano su wordpress hanno così tanto successo? Uno si mette a scrivere racconti, qualcuno si abbandono a riflessioni filosofiche, qualcun’altro fa rivelazioni intime. E poi ti accorgi dalle statistiche che niente ha così tanto seguito come i post sui premi. Un po’ sono come carezze che ci scambiamo fra noi, un po’ sono rotture di zebedei. Però piacciono!

E allora, sai che c’è? Me ne invento uno pure io! Il Superteleminchione Blog Award. Le regole sono un po’ particolari. Non serve rispondere a domande, non bisogna inserire nessuna immagine, non è necessario scassare la uallera a nessun altro. Tranquille divinità di WordPress e anche voi burattini senza fili. Non vi chiamerò in causa creature vetrate, madame francesi o astri dell’estremo oriente. Qui te la canti e te la soni. Fai la giuria, il valletto e il premiato, Insomma, una sega intellettuale in piena regola. Autoerotismo allo stato puro.

Se volete anche voi vincere il Superteleminchione Blog Award dovrete, rigorosamente stando in piedi su una gamba sola, con mano sul cuore e voce stentorea, ripetere tre volte a voce alta “me ne infischio se è nevischio se c’è nebbia il vento fischia perchè il vento se ne infischia“. E il premio sarà vostro.

In alternativa restituitemi i miei sandali.

 

Annunci

17 thoughts on “The Superteleminchione Blog Award

  1. Ho vintoooooooooo!!!

    Ho letto e riletto il tuo post e magari non ho capito una cippa.
    Personalmente penso che questi premi servano per far girare i nomi dei blog e questo lo trovo positivo. Io stessa, grazie a tali iniziative, ho scoperto dei bei posti dove essere ospitata.
    Si scrive sul blog per piacere personale ma anche per condividere e perchè no, anche per avere un riscontro con commenti, like o premi vari e per scambiare due chiacchere.

    Oh! se ho capito male posso sempre appellarmi al famoso “colpo di Sun” 🙂
    Buon fine settimana.

    PS ho iniziato a seguirti prima dei premi 😉

  2. Beh, il Superteleminchione (anche se al tempo si chiamava Seipropriounminchione) l’ho vinto prima di entrare in WP. Me lo dicevano spesso quando facevo battute… ridevo e loro “Seipropriounminchione”… e qua ho scoperto che era un premio eheh

  3. Credo che le divinità cui hai accennato non solo non lo siano, ma credo che -solo alcuni- si rendano conto di non esserlo.
    È ciò è un bene.
    Per tutti.
    L’unica cosa che salverei degli award sono le domande.
    Non tutte, ma per alcune val la pena spendere un po di tempo.

    Si, sto per postare delle domande.
    Chi vuole può rispondere o mandarmici.
    Non sarebbe il primo, stamattina.

    1- Immagina di essere innamorato/a e immagina l’oggetto del tuo amore.
    Chiudi gli occhi e immagina di non vederlo e sentirlo da dieci anni.
    Cosa ricordi con più affetto e commozione?

    2- L’amicizia. Qualcuno dice che si può essere amici anche se non ci si vede e non ci si parla per decenni. Che basta vedersi una volta dopo anni e tutto torna come prima. Cosa ne pensi?

    3- Hai la possibilità di mettere per iscritto un pensiero, una frase che vorresti che tutti condividessero, vorresti che fosse così per tutti, e hai la possibilità attraverso le parole di convincere altri. Di cosa vorresti scrivere?

  4. Ma certo che è come dici! Ma se mi conoscessi meglio sapresti quanto poco sul serio prendo le cose serie…figuriamoci quelle cazzarone come il Blog! Del resto, da uno che ha nell’immagine del gravatar una boccale di Guiness da 1 litro, cosa pretendi???

  5. In realtà a me riecheggiava di più il Supertelegattone (trasmissione tipo Hit Parade di quando ero giovine, ma non lo dico a te che nella tua eternità sicuramente la ricorderai), anche perché più che “seipropriounminchione” a me più spesso mi si appella come “maseipropriouncazzone”. Ma immagino che l’accezione semantica sia sostanzialmente analoga. Comunque hai vinto il doppio premio come primo dei 5 “nominati” sotto false spoglie del post!

  6. Creatura vetrata, sei arrivata seconda! Bruciata sul filo di lana del traguardo dall’unica “divinità di wordpress” che conosco (e per quel poco che lo conosco, mi sembra che sia il primo a non riconoscersi!). Vediamo se anche gli altri tre nominati si appaleseranno!
    Passo prontamente alle domande (io adoro le domande! Le risposte meno, ma le domande sono il mio forte). Dunque, la prima è molto intrigante, ci si potrebbe fare sopra un post specifico. Situazione difficile da immaginare, penso che ricorderei in particolare uno sguardo e la sensazione provata dall’essere guardato in quel modo, in quel posto, in quell’istante.
    Due. Personalmente non lo credo, ma sono aperto a nuove esperienze (della serie, se qualcuno lo dice sarà vero!) Io difficilmente “cancello” le persone. Non riesco a portare rancore per un giorno, figuriamoci per più tempo. Quindi più passa il tempo e meno mi ricordo le cattiverie ricevute. Forse sì, sarei in grado di ricominciare, ma sinceramente non lo so. Però mi piacerebbe.
    Tre. C’è un solo motivo per cui ci siamo. Un solo motivo qui oggi, hic et nunc, ed è rendere felici le persone che abbiamo intorno. Con una carezza e con un incoraggiamento, con una battuta o con una canzone, con un rimprovero o con un bacio. Mettendoci la faccia, prestando ombrelli quando piove, facendo un passo indietro per frane tre avanti. Mettendocela tutta. No retreat baby, no surrender!

  7. Ho letto giusto ieri un articolo dedicato al Supertelegattone su Repubblica (? – potrei sbagliare eh). Forse non me lo ricordo dal vivo, ma sicuro tramite Blob. Guarda ci sono le due versioni del premio, dipende con chi stavo parlando. Chi era più in confidenza e chi meno… dipendeva dal momento o dall’occasione.
    Rileggendo più approfonditamente il post (cosa che prima avevo fatto, ma penso che l’aria stantia dell’ufficio mi aveva completamente stordito) noto i cinque personaggi non nominati che prendono la nomination di non essere nominati. Mi son perso. Comunque, grazie.
    Porto già su di me i segni del Superteleminchione Blog Award!!!

  8. Eccomiiii….come sempre arrivo dopo la banda, questo è veramente il MIO premio, ho eseguito le tue istruzioni, l’unica variazione è stata la frase, ho optato per “tre tigri contro tre tigri” (ho durato fatica anche a scriverla). Ora vado fuori a vantarmi di questo premio con gli amici.

  9. Mo nun t’allargà…il Superteleminchione è mio (ci ho il copyright!). Diciamo che lo condivido volentieri con i superminch…cioè volevo dire, con gli amici che penso ne siano all’altezza…:-)

  10. Pingback: Tu chiamele se vuoi….Emozioni Tag | Viaggi Ermeneutici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...