Come stare fuori dal tempo

Tornare in quella strada dopo tanti anni fa un certo effetto.

Perché quella strada non è una strada qualunque

La memoria non appartiene alla mente, perché i ricordi sono etimologicamente ri-cordi. Il muscolo protagonista è il cardio, il cuore. Per questo i ricordi più autentici sono i sentimenti che ti assalgono, ti circondano e piegano le tue resistenze. Ripassi in una strada dimenticata, entri di nuovo in quel portone e improvvisamente hai di nuovo sedici anni.

Hai tanta confusione in testa, ma insieme l’entusiasmo folle di sentirsi padrone della tua vita. E allora è più forte la voglia di provarci della paura di fallire. Passi in quella strada, ti fai forza e varchi quel portone, perché il futuro è una pagina bianca e tu hai fretta di cominciare a scrivere. Tutto allora sembra bello.

Ti tremano le gambe, hai paura delle tue mani sudate, ma tutto sembra bello.

In bocca una golia per mascherare il più che probabile alito pesante, ma tutto sembra bello.

E anche se lei non si accorge che esisti, anche se lei non ti guarda nemmeno, tutto sembra bello!

La scuola è dura, la Lazio non vince mai, tra trent’anni dove cazzo staremo, il prosciutto del padre di Massimo, tutto sembra bello. Dietro al Boxer di Dario, con il vento in faccia, il freddo si batte urlando a squarciagola.

Tutto sembra bello. Persino le canzoni di Gianni Togni.

Annunci

One thought on “Come stare fuori dal tempo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...